Repertorio "Marionette e Tradizione"

gianduja e la fortuna Repertorio

Commedia musicale in due tempi di Augusto Grilli da un antico copione di Giovanni Lauro con musiche originali di Arrigo Tomasi.

TRAMA

Primo tempo: Federico Aretusi viene arrestato per l’uccisione del figlio di Pantalone, fatto commesso invece da Brighella, nella città di Parma. Clotilde, fidanzata di Federico, parte da Livorno alla ricerca del suo fidanzato, che da tempo non dà sue notizie e, capitando su una montagna con il suo servitore Gianduja, viene aiutata dalla Fortuna e dal mago Archolans che manda Gianduja a difendere Federico e affida Clotilde alle cure della Ragione. Gianduja prima di andare a difendere Federico si ferma a placare al sua grande fame presso un’osteria.

Secondo tempo: Si svolge il processo contro Federico che sta per essere condannato a morte, ma l’intervento di Gianduja chiarisce l’errore e Brighella confessa la sua colpevolezza. Gianduja raggiunge Federico in prigione e con una magia lo trasporta nella reggia della Ragione dove ritrova la sua Clotilde. Una grande festa chiude in bellezza la vicenda.

TECNICHE E FINALITÀ

Vengono utilizzate marionette a ferro centrale di 60 cm del ‘700 e ‘800 con il loro teatro d’epoca; un’operazione interessante di recupero di materiale antico di pregio inserito in un contesto originale.

L’allestimento del materiale è realizzato con la collaborazione di un gruppo dell’UNITRE torinese che sotto la guida di Augusto Grilli ha restaurato le marionette, le ha rivestite e ha dipinto i fondali. Si è cercato, con l’uso di luci particolari, di rendere l’atmosfera di uno spettacolo di altri tempi, adattato al gusto della nostra epoca con ritmi meno lenti e con musiche che sottolineano i momenti salienti.

ESIGENZE TECNICHE

  • Durata: 60′
  • Pedana 6 m x 4 m alta 50 cm;
  • Presa corrente 220 V – 6 kW;
  • Buio.
Gianduja e i libri magici Repertorio

Spettacolo di tradizione per marionette realizzato con un teatrino storico del Settecento e marionette realizzate in un laboratorio con la UniTre torinese.

Compagnia Marionette Grilli, Regia di Augusto Grilli.

TRAMA

Gianduja e Pietro fanno naufragio e si salvano su un’isola dove trovano una caverna. Da questa esce uno scheletro che chiede di essere vendicato per essere stato così ridotto da una Maga.

Come aiuto dona a Gianduja tre libri magici che potranno servirgli in momenti difficili. La strada che Gianduja e Pietro dovranno intraprendere sarà lunga e piena di perigli e si verificheranno incontri a sorpresa con Giacometta e Brighella passando da ville meravigliose ad orride prigioni, ma , alla fine, grazie alle magie dei libri, tutto si risolverà per il meglio.

TECNICHE E FINALITÀ

Lo spettacolo utilizza marionette e segue il filone della tradizione di questo genere teatrale: scenografie realistiche, marionette curate nei particolari dalla gestualità raffinata, effetti scenici e momenti di virtuosismo marionettistico, in un alternarsi di situazioni comiche e sentimentali conducono lo spettatore, grande o piccolo che sia, in un mondo di fantasia che, ogni tanto, è bello ritrovare.

ESIGENZE TECNICHE

  • Durata: 60′
  • Pedana 6 m x 4 m alta 50 cm;
  • Presa corrente 220 V – 6 kW;
  • Buio.
varietà delle marionette grlilli

Spettacolo di tradizione per marionette realizzato con un teatrino storico del Settecento e marionette della Collezione Grilli.

Compagnia Marionette Grilli con la straordinaria partecipazione di Massimo Gambarutti. Regia di Augusto Grilli.

TRAMA

Proseguendo nella ricerca nell’ambito della tradizione nasce “Il Varietà delle marionette”, adatto al pubblico di ogni età. Punteggiato da una colonna sonora forte ed incisiva, lo spettacolo riprende un tema caro all’antico, quello di stupire gli spettatori con un susseguirsi di quadri in cui le marionette recuperano il repertorio tipico del Settecento e Ottocento: dal circo alla ballerina di danza orientale, dall’inferno alla cantante lirica, in un susseguirsi di magiche trasformazioni capaci di affascinare spettatori grandi e piccini.

ESIGENZE TECNICHE

  • Durata: 60′
  • Pedana 6 m x 4 m alta 50 cm;
  • Presa corrente 220 V – 6 kW;
  • Buio.
turin ch'a bogia marionette grilli

Spettacolo di tradizione composto da 14 quadri in 2 tempi per marionette a filo realizzato con un teatrino storico del Settecento e 80 marionette della Collezione Grilli.

Compagnia Marionette Grilli, regia di Augusto Grilli.

TRAMA

Il progetto si pone l’obiettivo di festeggiare il 150° anniversario dell’Unità d’Italia riportando sulle scene un famoso spettacolo di marionette torinesi: “Turin ch’a bogia.” La vicenda, che ha come protagonista Gianduja, utilizza il meccanismo della fiaba per narrare i fatti più importanti della storia d’Italia e di Torino.

Gianduja ospita nella sua casa, durante una notte di tempesta, due frati che per ricambiare la sua generosità, si offrono di realizzare tre suoi desideri. Quando poco dopo arriva la Morte per portarsi via Gianduja, quest’ultimo riesce, con la sua proverbiale arguzia, a beffarla, grazie ai desideri che i due frati gli hanno concesso, allontanandola ogni volta che si ripresenta.

Gianduja si troverà quindi a vivere i duri momenti delle Guerre di indipendenza e la gioia della proclamazione dell’Unità d’Italia, seguirà il trasferimento della capitale da Torino a Firenze fino a Roma, darà la caccia al Brigante Musolino, aiuterà i patrioti nella lotta per Trieste italiana, combatterà con i soldati al fronte durante le guerre mondiali e sosterrà gli operai in sciopero. Vivrà momenti importanti per Torino come l’Esposizione universale del 1911, in occasione del 50° anniversario dell’Unità d’Italia, lo sviluppo della Moda ed il Cinema e dell’industria automobilistica.

Accanto a Gianduja e alla fedele moglie Giacometta ritroviamo altri personaggi della tradizione popolare italiana quali Stenterello, Rugantino e Pulcinella, affiancati da alcune curiose rappresentazioni allegoriche tra cui il spicca quella del Fischietto, nota rivista torinese d’attualità, e dai personaggi storici dal Risorgimento a Italia ’61 tra cui Vittorio Emanuele II, Cavour, Garibaldi e l’ Avvocato Gianni Agnelli.

Lo spettacolo ha quindi il merito di riscoprire il fine per cui le marionette sono stati create: non solo per intrattenere un pubblico di bambini, ma anche per parlare ad un pubblico di spettatori adulti, diventando un vero e proprio mezzo di comunicazione.

ESIGENZE TECNICHE

  • Durata: 90′ eventualmente riducibili in base alle necessità;
  • Pedana 6 m x 4 m alta 50 cm;
  • Presa corrente 220 V – 6 kW;
  • Buio.
GIANDUJA E L_ASSEDIO di torino del 1706 Repertorio

Spettacolo di tradizione per marionette in italiano e piemontese, realizzato con un teatrino storico del Settecento e le marionette della Collezione Grilli.

Compagnia Marionette Grilli, regia di Augusto Grilli.

TRAMA

Il ritrovamento di un copione ottocentesco a stampa con il titolo: “L’assedio di Torino del 1706, commedia per marionette” è stata una ghiotta occasione per poter dare seguito all’allestimento dello spettacolo che la Compagnia Marionette Grilli ha deciso di realizzare in occasione delle celebrazioni per il trecentesimo anniversario dell’Assedio di Torino.

Interessante l’inserimento di Gianduja, che diventa amico di Pietro Micca, secondo una tradizione marionettistica torinese dell’Ottocento che vede sempre la presenza di questo personaggio negli allestimenti storici e fiabeschi a fianco dei protagonisti in veste di amico, consigliere o cameriere.

La vicenda segue fedelmente la storia, specialmente nei dialoghi dei personaggi principali, che si esprimono in italiano, presentando tutti i protagonisti dell’assedio: il Duca Vittorio Amedeo di Savoia, il Principe Eugenio di Savoia, la Duchessa di Savoia, Pietro Micca, Padre Valfré, il traditore Martin, il maresciallo francese La Feuillade. Accanto ad essi sono presenti Gianduja, Giacometta e Gianduiotto, che parlano in piemontese, a rappresentare il punto di vista della gente comune.

Gli ambienti e i costumi sono stati attentamente ricostruiti utilizzando fonti iconografiche e archivistiche.

TECNICHE

L’allestimento è stato realizzato utilizzando pezzi d’epoca e materiale nuovo, ricostruito ricreando uno spettacolo di tipo ottocentesco che comprende l’inserimento di numeri tipici dell’arte marionettistica (trasformazioni e numeri di abilità).

La registrazione è stata realizzata negli studi di Mario Brusa con attori della sua compagnia.

ESIGENZE TECNICHE

  • Durata: 90′ eventualmente riducibili in base alle necessità;
  • Pedana 6 m x 4 m alta 50 cm;
  • Presa corrente 220 V – 6 kW;
  • Buio.
il natale di gelindo Repertorio

Spettacolo di tradizione per marionette. Realizzato con un teatrino storico del Settecento e le marionette della Collezione Augusto Grilli

Compagnia Marionette Grilli, regia di Augusto Grilli.

TRAMA

Marionette d’epoca inserite nella cornice di un teatrino di fine ‘700 racconteranno la tradizione natalizia delle terre del Nord Italia, dalla nascita di Gesù all’arrivo del Gelindo.
A seguito dell’editto dell’imperatore Ottaviano, tutti i cittadini dei territori occupati dai Romani devono partecipare al Censimento. Anche Gelindo, semplice pastore, si mette in marcia verso Betlemme per assolvere a quest’obbligo lasciando a casa la moglie e la figlia con il vecchio servitore Maffeo. Mentre è per la strada incontra un uomo già avanti negli anni con una bellissima giovane incinta: sono Giuseppe e Maria anche loro in marcia per Betlemme. Poiché Giuseppe non è riuscito a trovare alloggio per la notte, Gelindo ospita i due in una sua capanna dove solitamente ricovera le greggi. Si rimette in cammino ed incontra i tre Re Magi che sono appena stati a colloquio con Erode e gli hanno predetto la nascita di un nuovo Re. Erode per timore di perdere il suo potere chiede ai Re Magi di ritornare da lui per indicargli dove è nato il nuovo Re in modo da poterlo onorare, ma in realtà intende ucciderlo. I Re Magi chiedono a Gelindo se sa della nascita di un Re e lui li indirizza alla capanna dove ha condotto Giuseppe e Maria. Intanto nella notte Maria partorisce ed il Bambino viene posto in una mangiatoia tra un asino ed un bue per poterlo riscaldare. Al suo ritorno a casa Gelindo invita tutta la sua famiglia a recarsi in visita alla Sacra Famiglia portando doni per il Bambino. Qui si recheranno molti altri pastori ed infine anche i Re Magi guidati dalla Stella Cometa. Erode nel frattempo, non vedendo ritornare i Re Magi che sono stati sviati da un Angelo, ordina la strage degli Innocenti, ma nuovamente un Angelo appare in sogno a Giuseppe che organizza la fuga in Egitto con Maria ed il Bambino.

TECNICHE

L’allestimento è stato realizzato utilizzando pezzi d’epoca e materiale nuovo, ricostruito ricreando uno spettacolo di tipo ottocentesco. La registrazione è stata realizzata negli studi di Mario Brusa con attori della sua compagnia.

ESIGENZE TECNICHE

  • Durata: 90′ eventualmente riducibili in base alle necessità;
  • Pedana 6 m x 4 m alta 50 cm;
  • Presa corrente 220 V – 6 kW;
  • Buio.

Molti degli spettacoli citati in questa pagina spesso fanno parte del nostro cartellone stagionale. Tuttavia, poiché molti di essi presentano una logistica piuttosto semplice, possono essere ospitati in:

  • luoghi di cultura quali scuole, teatri, circoli
  • manifestazioni di pubblico interesse quali concorsi, rassegne e festival anche all’aperto.
  • eventi privati

AlfaTeatro è gestito da AGST Associazione Culturale Onlus
Via Casalborgone, 16/I 10132 Torino
P. IVA e C.F. 09281230012

Tel. 334 26 17 947
info@alfateatro.it