repertorio "TEATRO DI FIGURA E AMBIENTE"

repertorio

Compagnia Marionette Grilli, scene e costumi AlfaTeatro; di e con Marco Grilli.

TRAMA

Makùs, mago-inventore che vive in una roulotte, un giorno, all’improvviso, si trova al buio e al freddo: l’erogazione di energia elettrica è stata sospesa perché il mondo consuma troppo! Come rimediare?! Mago Makùs formula un incantesimo e… Apparentemente nulla accade, ma appena Makùs si allontana da casa, la TV si accende il presentatore che prima aveva dato informazioni a riguardo la sospensione di energia e gas, si ritrova a vivere proprio in casa del mago. Al suo rientro, Makùs si accorge che la sua magia aveva dato vita alla TV e incuriosito dal sapere gli chiede come si può rimediare alla mancanza di energia e gas.

Mai sentito parlare di fonti di energia rinnovabili? Energia eolica, solare, biomassa, biogas? Inizia così la scoperta per Makùs dei segreti dell’energia: nuove fonti = nuovi mondi possibili. Makùs, entusiasta, parte per un viaggio, per portare energia nuova nel mondo.

Questo spettacolo d’intento didattico nasce dalla collaborazione con l’Agenzia Energia e Ambiente di Torino, con il contributo della Regione Piemonte, con l’intento di portare nelle scuole la conoscenza delle tematiche, quanto mai attuali, della ricerca sulle fonti di energia rinnovabili: le disavventure di Makùs, rimasto al buio e al freddo, diventano pretesto per introdurre i concetti di energia eolica e solare, per accennare all’effetto serra e al Protocollo di Kyoto, per promuovere l’utilizzo razionale dell’energia, il risparmio energetico e il rispetto dell’ambiente in generale.

TECNICHE:

  • Teatro d’attore;
  • Oggetti.

ESIGENZE TECNICHE

  • Durata: 50′;
  • Palco mt. 4 m x 4 m x 4 m;
  • Allaccio corrente 32A.
repertorio

Compagnia Marionette Grilli; Di e con Marco Grilli.

TRAMA

Un giorno una nuvola domandò al sole il perché del ciclo dell’acqua. Il sole spiegò alla nuvola che il ciclo dell’acqua è una storia antica, ma soprattutto molto importante. La nuvola incuriosita volle capire meglio e chiese ancora spiegazioni al sole, che per tutta risposta le disse di far piovere e che al resto ci avrebbe pensato lui. È così che sulla terra arrivarono Lino e Lina, due gocce d’acqua, nel vero senso della parola! Lino e Lina diventarono amici e decisero di visitare il mondo prima di tornare sulle nuvole. Il sole li accontentò e per un po’ sparì. Ma una notte, mentre Lina era sola, arrivò il Re dell’acqua sporca che rapì Lina perché era bella e pulita. Lino si disperò, domandò ai fiumi e ai laghi, ai mari e persino ai monti, ma nessuno seppe dargli buone notizie. Lino era proprio giù…ma attenzione: “Ci sono i bambini che hanno visto tutto!” gridò il sole. Lino si fece raccontare tutto dai bambini e partì alla ricerca di Lina. Insomma, per farla breve, Lino sconfisse il cattivo e grazie al ciclo dell’acqua tornò in cielo con la sua bella amata!

Lo spettacolo, attraverso una semplice fiaba, focalizza l’attenzione sul ciclo dell’acqua e sull’importanza della salvaguardia dell’ambiente: l’acqua diventa fonte di vita, bene prezioso da salvaguardare e rispettare, anche con l’aiuto dei bambini. Questo spettacolo nasce da una domanda posta ai bambini di una scuola materna su cosa fosse per loro l’acqua. La suggestione più evidente nelle risposte riguardava la percezione dell’acqua come insieme di gocce. Proprio questa percezione quindi è alla base della scelta dei due protagonisti, Lino e Lina Goccio. Stabiliti i personaggi e la tematica, la storia si è sviluppata da sé, pensando a un innamoramento e al trionfo del bene (l’acqua pulita) sul male (l’acqua sporca).

TECNICHE

  • Attore;
  • Pupazzi manovrati a vista.

ESIGENZE TECNICHE:

  • Durata 50′; 
  • Spazio minimo 3 m x 3 m
  • Presa di corrente a 220 V – 3kW; 
  • Locale oscurabile o parzialmente oscurabile.

Molti degli spettacoli citati in questa pagina spesso fanno parte del nostro cartellone stagionale. Tuttavia, poiché molti di essi presentano una logistica piuttosto semplice, possono essere ospitati in:

  • luoghi di cultura quali scuole, teatri, circoli
  • manifestazioni di pubblico interesse quali concorsi, rassegne e festival anche all’aperto.
  • eventi privati

AlfaTeatro è gestito da AGST Associazione Culturale Onlus
Via Casalborgone, 16/I 10132 Torino
P. IVA e C.F. 09281230012

Tel. 334 26 17 947
info@alfateatro.it